gli auguri della Chiesa locale al Vescovo Domenico – Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi

 
 



Eccellenza Reverendissima,

al termine di questa solenne Liturgia, epifania della chiesa diocesana radunata per vivere insieme a Lei, nostro Pastore, la gioia e la lode al Signore Gesù per il dono del Sacerdozio ministeriale a noi presbiteri e del sacerdozio comune a i tutti i battezzati, desidero esprimerle coralmente l’augurio più vero e sincero per la santa Pasqua.

Purtroppo, la Quaresima di quest’anno è stata funestata dalla guerra che è scoppiata ai confini dell’Europa. Ci preoccupano e ci rattristano gli scenari che stiamo vedendo ogni giorno: città ed edifici distrutti, tantissime vittime innocenti, quasi un intero popolo profugo in altre nazioni, bambini soli e indifesi, ammalati senza un’assistenza.

La pace sembra ancora lontana! La guerra, come afferma Papa Francesco, è pazzia ed è un crimine verso l’umanità indifesa. Per tutto quello che sta accadendo, noi assicuriamo la preghiera per invocare la pace, come dono del Signore all’umanità e in particolar modo ai cuori induriti dal male.

Diverse sono le iniziative di tanti volontari e della Caritas diocesana per accogliere i profughi dell’Ucraina, così come gli aiuti da parte di singoli, comunità parrocchiali e associazioni che sostengono, con i loro sforzi e la loro generosità, quanti sono ospitati nelle nostre città.

Se da una parte il pensiero e le vicende della guerra turbano il nostro cuore, dall’altra parte si è svolto con entusiasmo e impegno il cammino sinodale a livello parrocchiale e diocesano. Le comunità parrocchiali, il consiglio presbiterale e pastorale, le associazioni, i gruppi laicali sono stati convocati per riflettere sulle piste orientative e stanno dando un valido contributo di partecipazione e di orientamento per questo nuovo cammino proposto dal Papa. Il percorso sinodale si presenta, infatti, come un’occasione per riflettere su come le nostre comunità sanno aprirsi in relazione al territorio e alle sfide che provengono dal mondo per l’edificazione del popolo di Dio secondo uno stile autenticamente sinodale.

Ci attende ancora tanto lavoro da compiere come chiesa locale. La festività della Pasqua e il dono dello Spirito Santo che il Signore risorto effonde, ci dia tanta forza e coraggio, per continuare ad esprimere attraverso il nostro impegno di presbiteri, insieme alle nostre comunità, l’attuazione di quei progetti che hanno come fine il bene della chiesa e del mondo.

Eccellenza, rinnovo gli auguri pasquali riconfermando la stima e l’affetto alla sua persona di tutta la chiesa locale e come presbiterio, ancora una volta, le manifestiamo la disponibilità nell’obbedienza filiale e fraterna a continuare con slancio ed entusiasmo il nostro ministero sacerdotale.

Tanti auguri!

 

don Raffaele Tatulli
Vicario generale

clic qui per l'articolo sul sito della Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi