in ogni scelta il bene delle persone e delle comunità – il giornale della Arcidiocesi di Lecce

 
 


L’annuale momento di fraternità del clero con mons. Michele Seccia, programmato per riflettere comunitariamente sull’anno pastorale prima del periodo estivo, si è rivelato molto intenso e coinvolgente.

 

 

 

Per l’analisi delle diverse situazioni, la proposta dell’arcivescovo, la partecipazione da parte dei due presuli residenti in diocesi mons. Cristoforo Palmieri e mons. Luigi Pezzuto, lo scambio di considerazioni, le prospettive delineate con i presbiteri ed i diaconi.

All’incontro, svoltosi come ogni anno a Roca, il metropolita, facendo esplicito riferimento alla necessità di dedicare sempre maggiore attenzione alle tante situazioni di necessaria, rinnovata e coinvolgente relazione con i coniugi e le famiglie, ha ricordato in particolare la recente catechesi di Papa Francesco sulla preparazione al matrimonio, che esige nuovi percorsi più efficaci, continuativi ed approfonditi.

Egli, anzi, ha dichiarato di essere molto interessato ad ascoltare e prendere in grande considerazione le considerazioni e le proposte dei presenti per delineare in modo sempre più “sinodale” il cammino comunitario.

In tale contesto, le diverse e numerose nomine (LEGGI QUI) di parroci, amministratori e vicari di comunità parrocchiali, rettori di chiese, responsabili in diversi uffici, presidente del Capitolo cattedrale sono state indicate come ricerca di un servizio ecclesiale protesa ad accogliere e coniugare rispettosamente e responsabilmente le esigenze delle persone e delle comunità interessate.

Naturalmente, molto importanti sono state le comunicazioni dei responsabili di vari uffici e settori pastorali: il cammino sinodale, ormai iniziato, esige proprio un impulso sempre più convinto e più coinvolgente degli operatori pastorali e dei battezzati tutti. 

 

LEGGI IL TESTO INTEGRALE DELLA MEDITAZIONE DELL’ARCIVESCOVO

clic qui per l'articolo sul sito del giornale della Diocesi