La vita secondo lo Spirito – Luce e vita

 
 


“Del tuo Spirito, Signore, è piena la terra”…

In questa solennità di Pentecoste, contempliamo l’evento dell’effusione dello Spirito Santo nel cuore di Maria e dei discepoli, rinchiusi nel cenacolo, per timore dei Giudei.. Cinquanta giorni dopo la Pasqua, nella casa dove si trovavano i discepoli di Gesù, “venne all’improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso e tutti furono colmati di Spirito Santo”. E’ l’inizio del cammino della Chiesa nella storia, guidata dalla forza dello Spirito Santo. Da questa effusione i discepoli sono completamente trasformati: dalla paura al coraggio dell’annuncio, la chiusura lascia il posto alla testimonianza e ogni dubbio è fugato dalla fede ricca d’amore! La Chiesa non nasce isolata, ma una, universale, aperta a tutti, con una precisa identità che abbraccia il mondo intero, senza escludere nessuno. ”Come mai ciascuno di noi sente parlare nella propria lingua nativa?”. Come allora, anche oggi lo Spirito Santo continua a discendere, su ognuno di noi, per accordare i cuori al respiro e alla volontà di Dio, perché non viviamo più “secondo i desideri carnali” ma, come inabitazione dello Spirito, diventiamo strumenti della sua azione e del suo operare nella storia, nel  cammino dell’umanita’. Gesù promette il Paraclito, il Consolatore, che, inviato dal Padre, “ci insegnerà e ricorderà ogni cosa”. Lo Spirito Santo ci condurrà nelle profondità del mistero di Cristo, perché la Sua Vita diventi vita in noi…come Maria, che con il suo Si ha dato carne al Figlio di Dio! Invece, noi quante volte ostacoliamo la sua opera in noi! Solo un cuore docile, può fare spazio alla Sua dolcissima presenza per “generarlo”, come amava ripetere San Francesco d’Assisi, attraverso le nostre opere buone…il mondo quanto  ha bisogno di vedere vite che profumino di Cristo! Lo Spirito, poi, ci ricorderà…Riporterà al cuore, centro della nostra vita: i pensieri, le esperienze, il ricordo di Lui perché, sempre più, tutto di noi, parli del Signore!!

 

a cura di Suor Valeria Labalestra

clic qui per l'articolo sul sito della Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi