Molfetta, 11 maggio 2022. Festa della “Medonne du tremelizze” – Luce e vita

 
 


 

Oggi, come ogni anno, si svolge nella città di Molfetta la Festa della “Medonne du Tremelizze” (ndr Madonna del terremoto). L’11 maggio del 1560 la Terra di Bari fu colpita da un terremoto di forte entità che provocò ingenti danni e un notevole numero di morti nelle città limitrofe. Molfetta fu preservata e la cittadinanza attribuì l’evento all’intercessione salvifica della Madonna dei Martiri cui fu presto concesso l’appellativo di Medonne du Tremelizze. La città decise di celebrare annualmente la memoria di tale ricorrenza istituendo una festa in onore della Vergine che sarebbe diventata, molti anni dopo, Compatrona di Molfetta.

Quest’anno l’icona della Madonna dei Martiri è stata ospitata e venerata dalla parrocchia Santa Famiglia.

I festeggiamenti avranno inizio questa mattina con la recita delle lodi e mezzogiorno ci sarà la recita del “Regina Coeli”. Alle ore 18:00, invece, il miracoloso quadro della Madonna dei Martiri lascerà la Parrocchia Santa Famiglia e tornerà in processione nella Basilica secondo questo percorso: Viale Giovanni XXIII, Via C. Salvemini, Via Innocenzo VIII, Via C. Levi, Via C. Salvemini, Via Madonna dei Martiri 123, Via Madonna dei Martiri, Viale dei Crociati, Basilica.

Il quadro sarà accompagnato dal sindaco di Molfetta Tommaso Minervini, dalle autorità civili e militari, dalla Bassa Musica – Città di Molfetta, dalla comunità parrocchiale della Santa Famiglia e da tutti i molfettesi che vorranno rendere omaggio alla Madonna dei Martiri a ricordo dello scampato terremoto nelle prime ore dell’11 maggio 1560.

Alle ore 19.30, invece, la Celebrazione Eucaristica in Basilica Madonna dei Martiri sarà presieduta da S. E. Mons Domenico Cornacchia Vescovo della Diocesi: durante la Santa Messa ci sarà l’offerta dell’olio da parte della comunità della Santa Famiglia per la lampada votiva sempre accesa dinanzi al simulacro della Madonna dei Martiri.

clic qui per l'articolo sul sito della Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi