Il Vescovo nomina Tempesta nuova presidente diocesana di Azione cattolica

 
 


Il Vescovo Fernando Filograna ha nominato Maria Luisa Tempesta come nuova Presidente diocesana di Azione Cattolica. La nomina, arrivata il 5 febbraio 2024, nella Solennità di S. Agata (patrona della Diocesi), è stata presa al termine del cammino assemblare che ha visto coinvolte tutte le 43 associazioni parrocchiali di AC. Cammino culminato lo scorso 27 e 28 gennaio con l’assemblea diocesana in cui i 200 delegati hanno rinnovato il Consiglio diocesano.

Testimoni nel nostro tempo

Già in questa occasione, il Vescovo Fernando rivolgendosi all’assemblea ha incoraggiato l’associazione ad essere «nel nostro tempo, il Signore ci ha chiamato per essere santi e per trasmettere l’amore del Signore in questo tempo». Poi ha sollecitato i presenti a «guardare al passato per fare memoria, e ringraziare». Alla fine della sua prima visita pastorale ha anche rivelato ai presenti come abbia «visto la presenza significativa e gioiosa dell’Azione cattolica nelle nostre parrocchie e per questo vi ringrazio e voglio dire grazie al Signore».

A servizio dei fratelli e della Chiesa

Al momento della nomina, Maria Luisa Tempesta, già segretaria diocesana nello scorso triennio e socia dell’associazione parrocchiale di S. Gerardo Maiella in Nardò, ha detto di ringraziare Sua Eccellenza il Vescovo e ciascuno dei soci per la stima e la fiducia dimostrata: «Sento forti le mie fragilità, ma so di essere in buona compagnia, in comunione fraterna con chi mi ha preceduto e con chi il Signore mi ha posto accanto». Poi ha rilanciato l’impegno dell’associazione incitando tutti a «camminare insieme, con cuore appassionato a servizio dei fratelli, dell’Ac, della Chiesa».

Al termine di un cammino di discernimento

La nomina del consiglio diocesano, e poi della nuova presidente, segna l’inizio del nuovo triennio dell’associazione in cui verranno finalizzati gli orientamenti frutto del discernimento dell’assemblea e delle nuove responsabilità a servizio del centro diocesano e delle associazioni parrocchiali. 

Qui il nuovo consiglio diocesano.

clic qui per l'articolo sul sito diocesano