Pax Christi, Mons. Ricchiuti pronto a partire per Odessa dal 14 al 18 luglio

 
 


“Carissime amiche e amici di Pax Christi,

voglio condividere con voi qualche breve pensiero all’inizio di questa settimana, segnata da appuntamenti importanti per pace.

Ieri abbiamo celebrato la Festa del Corpus Domini, e Papa Francesco all’Angelus ci ha detto: “Gesù si prende cura della grande folla che lo ha seguito per ascoltare la sua parola ed essere liberata da vari mali. Benedice cinque pani e due pesci, li spezza, i discepoli distribuiscono, e «tutti mangiarono a sazietà» (Lc 9,17), dice il Vangelo… Mangiare ed essere saziati: si tratta di due fondamentali necessità, che nell’Eucaristia vengono appagate.

Accompagniamo la carovana della Pace in partenza (24-27 giugno) per Odessa, promossa da #STOPTHEWARNOW, di cui fa parte Pax Christi.

Io ha dato la mia disponibilità a partecipare alla prossima Carovana, sempre verso Odessa, in programma dal 14 al 18 luglio.

E’ una scelta importante, che ci aiuta a non dimenticare e a non abituarci alla guerra e a fare sentire la nostra vicinanza alle vittime, chiedendo ai responsabili impegni concreti per la pace, non per una escalation della guerra.

A proposito di guerra nei giorni scorsi è stata data la notizia del primo aereo caccia F35 consegnato alla base militare di Ghedi, dove ci sono bombe nucleari. La notizia è stata data con toni trionfalistici, quando invece è una notizia tragica, di aumento delle scelte di guerra. Con spese economiche folli! No, io non esulto davanti a questa notizia, e mi rattrista il sapere che gli F35 sono qui nell’aeroporto di Amendola, nella mia, nostra Puglia, che don Tonino Bello definiva arca di pace, non arco di guerra.

E a proposito di bombe Nucleari, domani 21 giugno inizia a Vienna un importante incontro a livello mondiale per la Pace: la Conferenza degli Stati parti del Trattato per la proibizione delle armi nucleari. Purtroppo il Governo Italiano non sarà presente! Questo è grave. Lo abbiamo detto e scritto più volte, anche qualche giorno fa con tante associazione cattoliche: “Sollecitiamo perciò nuovamente, in coerenza con la campagna “Italia ripensaci” promossa dalla società civile, la diplomazia italiana a compiere un passo concreto per una qualsiasi forma di presenza del nostro Paese nella Conferenza”

A Vienna ci sono tanti rappresentanti di organizzazioni e associazioni di tutto il mondo.  Anche dall’Italia. E’ presente anche Pax Christi International.

Voglio sperare che il Governo Italiano possa essere presente a Vienna, magari arrivando anche all’ultimo momento. Sarebbe una presenza importante. Non voglio perdere questa speranza. Meglio tardi che mai.

Vi saluto augurandovi un buon lavoro per i tanti impegni per la pace che segnano il nostro cammino”.

20 giugno 2022           

                                                                     + Giovanni Ricchiuti, Vescovo di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti e Presidente nazionale di Pax Christi

clic qui per l'articolo sul sito diocesano