98^ Giornata per l’Università Cattolica del Sacro Cuore – 1 maggio 2022 – Diocesi Ugento Santa Maria di Leuca

 
 


Domenica I Maggio si celebrerà la 98a Giornata per l’Università Cattolica del Sacro Cuore e, così come ogni anno, le parrocchie avranno ricevuto il materiale e la locandina da esporre. Tanto altro potrete scaricarlo e diffonderlo dal sito internet dedicato: www.giornatauniversitacattolica.it con i Messaggi istituzionali, i materiali pdf e i video.

Il 30 aprile, la Giornata per l’Università Cattolica, verrà anticipata con l’evento della beatificazione della cofondatrice Armida Barelli.
Mi permetto, a tal proposito, di inviarvi questo contributo predisposto da Ernesto Preziosi componente del Comitato di beatificazione e di canonizzazione della Venerabile Serva di Dio Armida Barelli.

Ogni anno ritorna la “Giornata universitaria”, promossa dall’Istituto Giuseppe Toniolo. Questa Giornata richiama un fatto storico particolare: il 7 dicembre 1921 veniva inaugurata l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Il punto di arrivo di un desiderio a lungo coltivato nel Movimento cattolico. In quella occasione un’unica donna prende la parola tra autorità ed esponenti ecclesiastici: è Armida Barelli, cofondatrice e “cassiera” che comunica le cifre necessarie per la vita del nuovo Ateneo e dice quanto si faccia conto sulla cattolicità italiana. Attorno alla nuova Università la Barelli, che verrà proclamata beata il 30 aprile, dà vita ad un’Associazione di Amici: una novità assoluta. Un’Università che nasceva non per opera dello Stato o della Chiesa, ma dalla libera iniziativa di un gruppo di persone radicato in un movimento laicale vivo e ramificato.
Nel 1923 si sperimenta una questua nelle diocesi italiane: è la Giornata universitaria, resa ufficiale l’anno seguente per l’insistente richiesta di Armida Barelli a Pio XI. Attraverso la Gioventù Femminile di Azione Cattolica, viene celebrata in tutte le diocesi. Il suo gettito servirà, per lunghi anni, a coprire gran parte del bilancio dell’Ateneo, mostrando come i cattolici italiani ne fossero i veri committenti. La Barelli organizza personalmente la rete di sostegno predisponendo il materiale illustrativo da inviare nelle parrocchie. Perfino negli anni di guerra fu possibile raccogliere fondi per rimediare ai danni dei bombardamenti L’Associazione e la Giornata assicurano così una base popolare all’Università, aggiungendo alla popolazione universitaria, una nuova categoria, non più solo docenti, studenti, laureati, personale amministrativo, ma gli “Amici”. Persone, spesso umili e persino prive di istruzione, ma motivate: un popolo intero che si stringe intorno all’Ateneo e se ne sente parte e lega l’Università fondata a Milano all’intera penisola.

Come delegazione diocesana vorremmo proporre, in base alle richieste che potranno pervenire dalle Comunità parrocchiali ed anche dalle varie aggregazioni laicali, un Tour della mostra sulla figura di Armida Barelli e quindi per questo resto in attesa di vostre richieste.

Inoltre, si vorrebbe aderire ad una iniziativa che viene proposta dal Toniolo dal titolo: Le cose nuove del XXI secolo. Frutto questa di una progettazione e promozione, in collaborazione con il Centro di Ateneo per la dottrina sociale della Chiesa, di una scuola su temi cruciali riletti alla luce degli insegnamenti del Magistero: appuntamenti online e in presenza su lavoro, ambiente, pace, povertà e disuguaglianze, ecc… a partire dai dati dell’Osservatorio Giovani, di Laboratorio futuro dell’Istituto Toniolo e del Dizionario di dottrina sociale della Chiesa.

Interessanti sono i link che di seguito vi inoltro ed vi invito a visitare: www.laboratoriofuturo.it www.rapportogiovani.it www.dizionariodottrinasociale.it 

Ovviamente resta consolidato il solito impegno per l’orientamento universitario e la disponibilità a promuovere attività culturali e formative.

A questo punto faccio, ancora una volta, appello a tutti, specie ai parroci, di comunicarmi i vari nominativi dei ragazzi attuali e di quanti già laureati in passato che vivono nelle singole comunità, perché la Delegazione ha anche senso di esistere se ad essa possono fare riferimento e dare il proprio contributo i vari e tanti che hanno vissuto o vivono tuttora l’esperienza della Cattolica.

Infine, in allegato, vi inoltro alcuni spunti di riflessione provenienti dal materiale pervenuto dal centro nazionale.

Vi ringrazio, come sempre anche a nome dell’Assistente diocesano don Davide Russo, un saluto fraterno a tutti.

Ugento, 24 aprile 2022 II Domenica di Pasqua – In albis

Il Delegato Diocesano dell’Università Cattolica

Mimmo Turco

clic qui per l'articolo sul sito della Diocesi di Ugento - S. Maria di Leuca