Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani 2024 – Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi

 
 



“Ama il Signore Dio tuo … e ama il prossimo tuo come te stesso”. Sono queste parole, dette da Gesù ad un maestro della Legge, a cui segue la parabola del buon Samaritano che spiega chi è il prossimo, il tema della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani di quest’anno. I testi di commento, le preghiere e le indicazioni su come vivere questo momento sono stati preparati da un Gruppo ecumenico del Burkina Faso, coordinato dalla Comunità locale di Chemin Neuf. Vivere questa esperienza di lavoro insieme, hanno riferito i componenti, è stato un vero cammino di conversione ecumenica che li ha portati a riconoscere che l’amore di Cristo unisce tutti i cristiani ed è più forte delle loro divisioni.

 

La Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani si svolge dal 18 al 25 gennaio. L’evento, è organizzato dall’ufficio per l’ecumenismo ed il dialogo interreligioso della diocesi di Molfetta.

 

Sono tre le date di incontro stabilite dalla Diocesi. Giovedì 18 gennaio, alle ore 19, si terrà il primo incontro con la celebrazione Ecumenica con P. Nicola Popadyuc del Patriarcato Ortodosso dell’Ucraina, P. Mihai Driga del patriarcato Ortodosso di Romania, Fra Piergiorgio Taneburgo, docente di Teologia Ecumenica; lunedì 22 gennaio, alle ore 19 a Giovinazzo nella parrocchia Immacolata presentazione del tema della Settimana per l’Unità dei Cristiani 2024, con la dott.ssa Porzia Quagliarella, teologa e psicoterapeuta, e Fra Piergiorgio Taneburgo, mentre martedì 23 gennaio, alle ore 19, nella parrocchia S. Achille in Molfetta si svolgerà la preghiera ecumenica. La via delle chiese in Burkina Faso con don Salvatore de Pascale, parroco presso la comunità dell’Immacolata di Adelfia.

 

Sul settimanale diocesano Luce e Vita una riflessione a cura del direttore dell’ufficio per l’ecumenismo ed il dialogo interreligioso don Giovanni de Nicolo.

Ama il Signore Dio tuo…e ama il prossimo tuo come te stesso

 


clic qui per l'articolo sul sito della Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi