Domani la Messa del Crisma in cattedrale. Diretta (Facebook e YouTube) su Portalecce Tv – il giornale della Arcidiocesi di Lecce

 
 


Sarà una grande concelebrazione. Una festa della Chiesa di Lecce, del suo pastore, l’arcivescovo Michele Seccia e dei suoi sacerdoti riuniti in cattedrale per la Messa del Crisma.

 

 

 

E chi non potrà essere fisicamente presente, domani 5 aprile, a partire dalle 19, avrà l'opportunità di seguire la solenne liturgia alla vigilia del Triduo Pasquale, su Portalecce Tv (attraverso la pagina Fb e il canale YouTube di Portalecce) per la regia di Paolo Longo e il commento liturgico di Francesco Capoccia, con testi di don Vito Caputo, parroco della cattedrale di Lecce e direttore dell’Ufficio liturgico diocesano.

La Messa Crismale avrà domani sera un’anteprima riservata ai sacerdoti e all’arcivescovo. Alle 18,30 i ministri ordinati si ritroveranno con il pastore nella chiesa di Santa Teresa per celebrare i vespri e da lì, in processione, si dirigeranno in cattedrale dove avrà inizio la solenne concelebrazione durante la quale l’arcivescovo consacrerà il Crisma e benedirà l’Olio dei catecumeni e l’Olio degli infermi. Durante la messa, vescovi (sarà presente anche mons. Cristoforo Palmieri) e presbiteri, davanti all’assemblea rinnoveranno le promesse pronunciate per la prima volta il giorno dell’ordinazione sacerdotale. Dopo la messa, in episcopio, la casa dell’arcivescovo, i sacerdoti si fermeranno con il presule e trascorreranno un momento di fraternità. Sarà l’occasione per scambiarsi gli auguri pasquali-

Dopo la Messa del Crisma, l’arcivescovo presiederà in cattedrale i riti del Triduo pasquale. Il Giovedì Santo, 6 aprile, alle 19, mons. Seccia presiederà la solenne liturgia della Messa in Coena Domini, per fare memoria dell’istituzione dell’Eucarestia e - con il gesto della lavanda dei piedi - dell’istituzione del sacramento dell’Ordine. Dopo la messa, l’eucarestia rimarrà per tutta la notte nell’altare della reposizione per l’adorazione personale. Alle 23, l’arcivescovo presiederà l’adorazione comunitaria. Al termine, la cattedrale verrà chiusa per riaprire all'indomani alle 7.

La mattina del Venerdì Santo, alle 9, mons. Seccia presiederà l’Ufficio delle Letture e le Lodi con la partecipazione dei canonici del Capitolo cattedrale. Nel pomeriggio, alle 18, presiederà l’Azione liturgica della Passione del Signore con i riti di comunione. Alle 19,30, dalla chiesa di Santa Teresa, partirà la processione penitenziale con i simulacri di Gesù morto e della Desolata.

La mattina del Sabato Santo (8 aprile) alle 9, ancora l’Ufficio delle Letture e le Lodi. Alle 22 l’arcivescovo presiederà la Solenne Veglia di Pasqua.

Infine, domenica 9 aprile, Pasqua in resurrectione Domini, alle 11, il Solenne Pontificale.

 

 

clic qui per l'articolo sul sito del giornale della Diocesi