tutte le tappe della vita della diocesi. Una lettera dell’arcivescovo – il giornale della Arcidiocesi di Lecce

 
 


Scandire il tempo per renderlo significativo per la comunità a partire da Cristo. Kairòs in una parola sola. Il calendario di un cammino di Chiesa si misura, infatti, soprattutto per i passi che riesce a mettere all’unisono per crescere come unico Corpo di Cristo, come comunità di credenti, come grande famiglia di battezzati.

 

 

Per questo, l’arcivescovo Michele Seccia, prima di recarsi con un gruppo di presbiteri della diocesi a Santa Cesarea Terme dove oggi è iniziato il corso di esercizi spirituali predicati da don Lello Ponticelli (LEGGI) ha preso carta e penna e ha scritto ai sacerdoti e, per il loro tramite ai fedeli della diocesi. In una lettera ha scandito il tempo con le tappe più importanti che separano la comunità diocesana dalla solennità della Pentecoste.

A cominciare dalla ripresa dalla fase diocesana del Sinodo: “La Chiesa di Lecce, nella fase sapienziale dell’itinerario sinodale – scrive Seccia -, ha scelto di continuare la sua riflessione sul tema ‘Nuovi linguaggi per comunicare la fede e creare nella Chiesa corresponsabilità e sinodalità’. Per approfondire questa traccia, nelle prossime settimane, saremo accompagnati da alcuni testimoni che attraverso la loro esperienza aiuteranno la nostra riflessione; è bene dunque che agli appuntamenti programmati ci sia anche la partecipazione dei fedeli”.

Questo il calendario degli incontri che cadranno quasi tutti nel tempo di Quaresima ormai alle porte, orario d’inizio sempre alle 19:  mercoledì 7 febbraio nella sala conferenze dell’Istituto Marcelline in Lecce, sarà la volta della testimonianza di  Giuseppina De Simone (LEGGI), membro della presidenza del Comitato nazionale del cammino sinodale delle Chiese in Italia, ordinaria di Filosofia della religione nella Pontificia facoltà teologica dell’Italia meridionale, docente incaricato alla Pontificia Università Lateranense; martedì 20 febbraio con Luciana Delle Donne,  ex manager bancaria di successo, oggi anima, corpo e cervello della onlus “Made in carcere” fondata tredici anni fa nell’istituto di pena di Borgo San Nicola; martedì 27 febbraio con il regista Alessandro Valenti; martedì 5 marzo con Padre Antonio Loffredo, sacerdote di Napoli, parroco per vent’anni nel Rione Sanità I luoghi degli altri tre incontri saranno comunicati volta per volta.

“Il cammino della Quaresima - prosegue il vescovo - si arricchisce anche con due momenti che vivremo nella chiesa cattedrale: venerdì 8 e sabato 9 marzo, le 24 ore per il Signore; mercoledì santo 27 marzo, la Messa del Crisma”.

Un altro appuntamento da non perdere è quello promosso dall’Issrm “don Tonino Bello” di Lecce, che ha organizzato per giovedì 9 maggio, un dialogo con il teologo pastoralista tedesco Christian Hennecke, che dal 2015 dirige a Hildesheim (Germania) l’ufficio diocesano di pastorale. In precedenza è stato per otto anni responsabile della formazione dei seminaristi nella sua diocesi, ma ha anche prestato servizio pastorale in alcune parrocchie della Germania settentrionale. Tema dell’incontro: la conversione pastorale ecclesiale alla luce del cambiamento dei linguaggi.

“Il percorso tracciato, avrà il suo culmine nella Veglia di Pentecoste di sabato 18 maggio nella chiesa cattedrale”.

“Prima di salutarvi – ha concluso Seccia rivolgendosi ai soli sacerdoti -, vi rendo partecipi di un’iniziativa che propongo con entusiasmo: l’uscitavacanza per tutti i presbiteri dall’8 all’11 luglio. Sarebbe bello poter condividere momenti di fraternità per ritemprare il corpo dalle fatiche e rigenerare lo Spirito”.

 

clic qui per l'articolo sul sito del giornale della Diocesi